L’origine della sofferenza e la via per purificarla

Desidero dirti qual’è l’obiettivo di ascoltare gli insegnamenti.

Devi pensare che: la vita umana è molto rara. Innanzitutto, noi umani dobbiamo riflettere sulla nostra comune situazione. Siamo tutti confinati nel Samsara ed ogni cosa nel samsara è sempre afflitta dalla miseria e dalla sofferenza. La maggior parte del tempo noi non pensiamo a questo; non realizziamo cosa sono la miseria e la sofferenza per il nostro momento presente. Anche se possiamo tutti sentire la nostra sofferenza – anche gli animali possono sentire il bene d il male o avere dei momenti difficili – non pensiamo mai che possiamo purificare questi problemi. Si tratta di qualcosa che noi umani in particolare dobbiamo tener conto; la sofferenza non è la nostra Natura – può essere purificata.

Come può la sofferenza essere purificata?

Un normale essere non è in grado di comprenderlo perchè non è ha esperienza. Potrai pensare che dovresti fare questo o quello, e giudicare le cose come buone o cattive o avere un’opinione su cosa fare, ma in realtà non sei in grado di gestire la situazione. Se vuoi conoscere come
liberarti dalla tua sofferenza, allora devi seguire gli insegnamenti del Buddha. Il Buddha non ordinava semplicemente alle persone di fare certe cose; di fatto lui stesso le praticava, purificando la propria sofferenza ed ottenendo l’obbiettivo ultimo, quindi i suoi insegnamenti diventarono dei messaggi della sua esperienza, riguardo come ha fatto e come ha ottennuto la buddhità. Questo è ciò che noi chiamiamo l’insegnamento del Buddha. Come comincia questa sofferenza? Come fa a crescere? Devo dirti brevemente come si forma dalla prima parte di questo testo. Ogni essere è dotato di coscienza. Ci sono molti tipi di coscienza, ma in particolare ce n’è una chiamata (in tibetano) Kunzhi Namshe, e possiamo dire che è come una lavagna, in quanto qualsiasi cosa facciamo o pensiamo – sia buono o cattivo – è tenuta lì come una specie di traccia, come un disegno sulla lavagna. Questa traccia è chiamata la causa karmica. Solitamente parliamo delle cause karmiche, riguardo come facciamo a crearle, dove vengono tracciate e come esse producono dei risultati ecc.. E’ necessario che tu comprenda che queste cose prima o poi dovrai pensare a come purificarle. Se non parliamo delle cause karmiche potresti avere una vaga idea a proposito, e pensare si tratti di qualcosa di leggere che è semplice da purificare, ma in verità no è facile averci a che fare, anche se ne abbiamo parlato così semplicemente.

Kunzhi Namshe: Prima di tutto, come sono fatte le cause karmiche?

Ti ho detto che Kunzhi Namshe è come una lavagna, ma possiamo anche utilizzare l’esempio del magazzino. In quest’analogia, la nostra coscienza mentale è come un amministratore molto importante che controlla ogni cosa – buona, cattiva, qualsiasi. Gli altri sensi – dei nostri occhi, orecchie, naso, lingua, o corpo, i cinque sensi – sono tutti come servitori controllati da questa coscienza della mente e devono obbedire a tutti i suoi ordini. Ci sono otto coscienze importanti e molte minori, che fanno cinquanta in tutto. Il risultato di qualunque cosa facciano si chiama causa karmica e viene riportata nel magazzino, che viene conservata nel Kunzhi Namshe. L’ignoranza – o Dagdzin – è implicata e tiene queste tracce in modo tale che non vengano sprecate mentre la nostra coscienza della mente – o Yidkyi Namshe – è il “proprietario”. Prima di praticare la religione, tu devi sapere qualcosa riguardo come vengono raccolte le cause karmiche, dove vengono mantenute e come funziona.

I sogni sono l’evidenza di ciò che è stato detto riguardo le cause karmiche tenute nel Kunzhi Namshe.

Quando emergi dal sonno profondo, c’è un momento prima di svegliarti completamente in cui il tuo corpo sta giacendo a letto ma la tua mente o coscienza della mente si è svegliata e “sta facendo un giro nel magazzino” in modo da vedere le tracce che hai salvato lì. Qualunque cosa la mente veda è una causa karmica. Normalmente è la causa karmica che determina il sogno. Oggigiorno le persone chiedono riguardo diverse pratiche o sogni speciali, di come volare o trasformarsi in cose differenti nello stato del sogno, ma è questo è qualcosa di diverso ed io non ne so molto a riguardo. Secondo i nostri testi, i sogni sono la prova di come la coscienza mentale si sveglia e e vede le tracce karmiche conservate nella Kunzhi Namshe – quello è un sogo, quindi i sogni offrono prove che la prossima vita non dipende dal corpo materiale. Come nel sogno, la tua mente continua a lavorare anche se il tuo corpo ha smesso di farlo, quindi la prossima vita è solo una specie di trasformazione mentre la coscienza mentale rinasce, insieme alla causa karmica. La tua mente e tutte le tue differenti coscienze e sensi se ne vanno; è solo il tuo corpo che marcisce. Tutti lo sanno questo e puoi vederlo chiaramente se vai in un cimitero. Ma rinascere non dipende dal corpo. La mente sta viaggiando di tempo in tempo, da corpo in corpo, per illimitate vite, esattamente come fa nel sogno. Come fa la mente ad avere una nuova vita? Non hai potere usu questo; devi seguire le tue cause karmiche. Ecco perchè non hai scelta su ciò che sogni. Ho sentito che vi sono molti differentu metodi per cambiare o controllare il tuo sogno ma è qualcosa di differente.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *