23/06/2018

LIGMINCHA ITALIA

Ligmincha Italia è un’Associazione senza scopo di lucro nata per la Preservazione, Studio, Pratica e Divulgazione dello Yungdrung Bön, la tradizione spirituale autoctona del Tibet, nonchè delle arti, cultura, scienze e filosofie native del Tibet, Himalaya e dello ZhangZhung. Ligmincha Italia è affiliata a Ligmincha International, una rete di centri e sangha a livello internazionale fondati da Geshe Tenzin Wangyal Rinpoche nel 1992, con lo scopo di introdurre in Occidente per la prima volta, lo studio sistematico dello Yungdrung Bön, l’Eterno Dharma, inclusi gli insegnamenti della visione (lta), meditazione (sgom) e condotta (spyod).

Il centro ritiri Serenity Ridge, situato nella Nelson County, in Virginia (USA), è il quartier generale di Ligmincha International, un’associazione nonprofit 501(c)3 fondata con l’obiettivo di preservare gli antichi insegnamenti, trasmissioni e pratiche della tradizione Yungdrung Bön del Tibet. Come religione autoctona tibetana ed una delle più antiche ininterrotte tradizioni spirituali del mondo, il Bön possiede un’eredità ricca ed unica.

Per raggiungere quest’obiettivo Ligmincha Italia, in stretto rapporto con il Ligmincha Institute e le altre affiliate in Europa e nel mondo, ha lo scopo di introdurre gli insegnamenti del Bön in una maniera autentica e chiara adatta al mondo occidentale in tal modo che possa essere di beneficio ed integrata in modo pratico alla moderna cultura. L’obiettivo dell’Associazione è quello di istruire gli studenti e di promuovere insegnamenti e pratiche del Bön, in particolare con enfasi per la visione, meditazione e pratica dello Dzogchen, la Via dell’Auto-Liberazione o Auto-Perfezionamento, suddiviso in tre principali lignaggi: Zhang Zhung Nyen Gyud (shangshung nyen rgyud, Trasmissione Orale dello Zhang Zhung), A-Tri (a khrid, Istruzioni della A), e Dzog chen (Grande Perfezione).

Gli studenti non studieranno solamente dai testi tradizionali disponibili in tibetano, inglese e italiano, dei Sutra, Tantra, e Dzogchen, ma riceveranno anche istruzioni (tri) dettagliate, trasmissioni (rlung) ed iniziazioni (wang) da maestri esperti sulle tradizioni meditative connesse a questi differenti percorsi spirituali nel modo tradizionale tibetano.
In parallelo a queste istruzioni e studio vissuti fisicamente, sarà possibile seguire regolarmente da casa propria, sessioni di insegnamenti e meditazioni guidate, dirette da Geshe Tenzin Wangyal Rinpoche per mezzo dei Facebook Live gratuiti, annunciati di volta in volta sui nostri social network e tradotti in simultanea in lingua italiana sul canale Mixlr.
In aggiunta e supporto a tutto questo, i membri volontari di Ligmincha Italia si impegnano a effettuare regolarmente traduzioni di video insegnamenti, documentari sul Bön, ma anche articoli con annunci importanti sul Bön, non disponibili in italiano, e di preparare dispense e materiale di pratica, tradotti in stretta collaborazione con i maestri, a beneficio della conoscenza e della pratica della tradizione Bön, col fine di preservarne il lignaggio antico in modo puro ed autentico.

Una comunità internazionale

In aggiunta a Serenity Ridge, Ligmincha International include anche altri centri di ritiro in altre parti del mondo: Chamma Ling Colorado, a Crestone (USA), Chamma Ling Mexico a Valle de Bravo e Chamma Ling Torreon (Messico), Chamma Ling Poland a Wilga (Polonia). Ligmincha International include sangha e studenti in molti stati negli USA, Brasile, Costa Rica, Messico, Peru e Sud America in generale, nonchè in Korea del Sud e Israele; ed in paesi europei come: Austria, Belgio, Repubblica Ceca, Danimarca, Finlandia, Francia, Germania, Paesi Bassi, Ungheria, Irlanda, Italia, Polonia, Russia, Spagna e Svizzera.

Il nome dell'Associazione

Ligmincha Italia prende il nome dal Re Ligmincha, ultimo monarca della dinastia dell’antico regno Zhang Zhung, la culla della civilizzazione tibetana, la culla della civilizzazione tibetana, la più vasta area dell’ Asia Centrale, circondando per migliaia di chilometri le catene montuose himalayane intorno al Monte Kailash, si estendeva coprendo gran parte del Tibet Occidentale, dell’Iran, del Nepal e della Cina, parte del Tagikistan, Pakistan ed India settentrionale.

Come Re servì sia come capo spirituale che temporale del suo paese. Nella lingua Zhang Zhung, la parola ligmi (lig mi) significa “esistenza” e cha (rkya) significa “onorabile” o “signore”. Quando Tenzin Wangyal fondò il Ligmincha Institute, gli diede questo nome con l’obiettivo di riflettere sulla missione dell’istituto di preservare per le generazioni future: le qualità, i valori e le profondità spirituali degli insegnamenti Bön.

Fino al VII secolo, lo Zhang Zhung, era uno stato separato che circondava tutto il territorio occidentale del Tibet intorno al Monte Kailash ed il Lago Manasarovar. Una dinastia di re che ha governato sulle sue genti fino al VIII secolo quando lo Zhang Zhung venne annesso al Tibet dopo l’assassinio del Re Ligmincha avvenuto per mano del Re del Tibet, Trisong Detsen.

Il significato del Sigillo di Ligmincha

Dall’esterno verso l’interno:
1. La trascrizione nella lingua Zhang Zhung presente nel cerchio esterno del logo di Ligmincha deve la sua origine al Sigillo ufficiale dell’ultimo Re dello Zhang Zhung, utilizzato per vidimare tutte le documentazioni di interesse governativo, e significa: “Il Re dell’Esistenza che ha potere sui Tre Mondi” (Tib.: KhamTshan pa shang lig zhi ra rtsa).
2. Procedendo verso l’interno del logo troviamo cinque petali di loto del colore dei cinque elementi, a simboleggiare le cinque scienze maggiori o rikné chenpo nga (Wilye: rig gnas chen po Inga), la cui conoscenza è necessaria per istruire l’essere umano a vivere in modo completo nel mondo: grammatica (dra rigpa), epistemiologica, dialettica e logica (tentsik rigpa), arte e artigianato (bzo rigpa), medicina (sowa rigpa), e la scienza interiore o dharma (nangdön rigpa, o chös).
3. Al centro del cerchio con i cinque petali di loto, c’è una stella a otto punte ad indicare le prime otto vie verso l’illuminazione tra i veicoli causali e di fruizione delle Nove Vie del Bön.
4. Al centro del logo, infine, risiede la sillaba seme tibetana A, connessa all’ elemento Spazio, che rappresenta la Nona Via, il percorso finale di Auto-Liberazione, conosciuto come Dzogchen, la Grande Perfezione.

Consiglio Direttivo di Ligmincha Italia:

Alexander A-K.Y.D. Pincin
Presidente, Tesoriere, Responsabile Social Media, Traduttore

contatto:

ligmincha.it@gmail.com

Alexander, Presidente e Fondatore di Ligmincha Italia, è giunto al Bön ed all’organizzazione di Ligmincha a seguito di susseguenti esperienze mistiche in sogni lucidi vissuti tra il 2013 ed il 2016. Si connette così in modo immediato con il suo lama radice e principale guida spirituale, Geshe Tenzin Wangyal Rinpoche, impegnando gran parte del suo tempo libero a praticare, studiare, ricercare ed approfondire la storia e gli insegnamenti della tradizione Bön e contribuire nel suo piccolo a realizzare la visione di Ligmincha International. Nato a Trieste da due commercianti ed artisti, è cresciuto tra la medicina naturale, la filosofia taoista e la medicina cinese, maturato poi attraverso l’Advaita Vedanta, lo sciamanesimo ed il Buddhismo Vajrayana, fin da molto giovane si è sempre dedicato alle antiche scienze e tradizioni spirituali orientali. Studente di Medicina Tradizionale Tibetana dal 2015, PsicoAstrologo e Cuoco specializzato in Cucina Nutraceutica, lavora sia come Consulente Olistico libero professionista che come impiegato finanziario-amministrativo di un’azienda grossista di food-service nella provincia di Padova, dove attualmente risiede.

Claudia Tara D.T. Catani
Vicepresidente, Tesoriera, Traduttrice

contatto:

claudia.tara@ligmincha.it

Claudia, Vicepresidente e Co-Tesoriera, è giunta al Bön dopo aver esplorato molte tradizioni spirituali del mondo antico, in particolar modo sviluppando gran parte del suo percorso spirituale nella filosofia Advaita Vedanta, nel Self-enquiry di Ramana Maharishi, e nel Buddhismo Vajrayana. Nata a Teheran da una famiglia italiana, cresce e matura nell’arte sviluppando molte qualità con la voce ed il corpo. Lavora come doppiatrice dall’età di 2 anni, prestando la voce ad attrici di fama internazionale, è anche scrittrice, attrice, cantante e posturologa olistica, specializzata in danza contemporanea ed orientale. E’ coach per attori e insegnante di pratiche somatiche integrate alla meditazione. Madre di due bellissime figlie, vive a Roma.

William Marcozzi
Segretario, Responsabile traduzioni Webcast

contatto:

segreteria@ligmincha.it

William, Segretario, assistente nei Social Media e Responsabile delle traduzione degli insegnamenti di Tenzin Wangyal Rinpoche online, si è avvicinato al Bön dal 2017, a seguito di una curiosità stimolata dalle divulgazioni del noto maestro dzogchen Chögyal Namkhai Norbu Rinpoche. Dopo un ritiro in Germania nel 2018 con il maestro Tenzin Wangyal Rinpoche, sente immediatamente una forte connessione e segue da subito l’istinto di voler contribuire in qualche modo a beneficio di molti collaborando con Alexander fin da prima della sua fondazione. Figlio di una dottoressa, studentessa di vecchia data di Chögyal Namkhai Norbu, è compositore di pianoforte e studia alla Facoltà Universitaria di Filosofia a Firenze. Vive nella provincia di Firenze.

La Commissione Spirituale:

Geshe Tenzin Wangyal Rinpoche
Direttore Spirituale
Khenpo Geshe Nyima Woser Choekhortshang Rinpoche
Consigliere Spirituale
Geshe Yungdrung Gyamtso Choekhortshang
Consigliere Spirituale

Lo Statuto dell'Associazione

(testo integrale in formato pdf)

Citazione di alcuni articoli principali:
ART. 1 – (Denominazione e sede)
E’ costituito, nel rispetto della legge n. 106 del 06/06/2016 del D. Lgs. 117/2017, e nelle more della loro applicazione nel rispetto anche di quanto previsto dal D.lgs 460 del 18/11/1997 e dalla legge 383 del 07/12/2000 e del Codice Civile, l’Ente del Terzo Settore denominato: Ligmincha Italia A.P.S. ; il cui nome completo sarà: Ligmincha Italia – Associazione di Promozione Sociale per la Preservazione, Studio, Pratica e Divulgazione dello Yungdrung Bön, la tradizione spirituale autoctona del Tibet, nonchè delle arti, cultura, scienze e filosofie native del Tibet, Himalaya e dello Zhang Zhung.

[..]

ART. 5 – (Finalità e attività)
L’organizzazione esercita in via esclusiva o principale una o più attività di interesse generale per il perseguimento, senza scopo di lucro, di finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale. La/e attività che si propone di svolgere in favore dei propri associati, di loro familiari o di terzi, avvalendosi in modo prevalente delle attività di volontariato dei propri associati (di cui all’art. 5 comma 1, D.lg. 117/2017), sono:
i) organizzazione e gestione di attività culturali, artistiche o ricreative di interesse sociale, incluse attività, anche editoriali, di promozione e diffusione della cultura e della pratica del volontariato e delle attività di interesse generale di cui al presente articolo;
v) promozione della cultura della legalità, della pace tra i popoli, della nonviolenza e della difesa non armata;
Mediante la realizzazione delle seguenti azioni:
1) Mettere a disposizione spazi o luoghi di proprietà di Ligmincha Italia o di terzi, nei quali gli associati e terzi, sia individualmente che collettivamente, possano studiare, praticare e conoscere la tradizione spirituale Yungdrung Bön, nonchè le arti, cultura, scienze e filosofie native dell’Himalaya e dello Zhang Zhung, avvalendosi talvolta della collaborazione di istituti, organizzazioni, enti e società o di persone fisiche aventi simili finalità di promozione sociale, parzialmente o totalmente o che comunque condividono lo scopo di essere di beneficio con qualsiasi mezzo a innumerevoli esseri senzienti, promuovendo la pace, l’amore, la compassione, la saggezza, e la buona condotta morale, senza fare discriminazione di razza, età, origini o credo religioso.
2) Organizzazione di corsi o ritiri, fisicamente oppure online tramite i social media (Facebook, YouTube, Zoom, ecc.), convegni, conferenze pubbliche e private, lezioni e seminari di studio, in relazione a tutte le pratiche di culto, yoga, meditazione, e qualsiasi altra pratica prevista all’interno del compendio di testi del Canone Bön del Kanjur (Veicoli Causali, Sutra, Tantra e Dzogchen), del Katen, e delle Nove Vie del Bön, o di altri testi antichi bönpo ritrovati (tib.: terma) non ancora noti, i cui contenuti vengono insegnati e/o trasmessi direttamente ed unicamente da maestri qualificati, tra i quali in primis il Capo Spirituale della tradizione Bön, Sua Santità 34° Menri Trizin Lungtok Dawa Dargye Rinpoche, Abate del Monastero di Menri (Dolanji, Himachal Pradesh, India), dal maestro più anziano Sua Eminenza Yongdzin Lopön Tenzin Namdak Rinpoche, Fondatore del Monastero di Menri (India) e di Triten Norbutse (Kathmandu, Nepal), nonchè della Congregation Shenten Dargye Ling (Blou, Francia), dal Direttore Spirituale e Fondatore di Ligmincha International, Geshe Tenzin Wangyal Rinpoche, o da altri Lama, Geshe, Khenpo, Lopön o altre cariche incluse nel sistema monastico della tradizione Yungdrung Bön, o ancora, da istruttori qualificati riconosciuti dal Direttore Spirituale e Fondatore di Ligmincha International, Geshe Tenzin Wangyal Rinpoche, o da altri lama qualificati presenti nella tradizione Yungdrung Bön (come sopra), al fine di assicurare e mantenere preservato in modo puro ed ininterrotto, il lignaggio antico tramandato oralmente da più di diciassettemila anni, e la cui sorgente storica proviene dalle parole del Buddha Tönpa Shenrab Miwoche, enunciate nella terra dello Zhang Zhung, paese che circonda il Monte Kailash situato nel Tibet nord-occidentale.
3) Organizzazione di feste, cerimonie e rituali ricorrenti, previste secondo il calendario lunare presente nella tradizione spirituale Yungdrung Bön, al fine di dare beneficio a tutti gli esseri senzienti, siano essi umani o animali e preservare e divulgare la cultura autoctona del Tibet, dell’Himalaya e dello Zhang Zhung.
4) Organizzazione di corsi o conferenze pubbliche inerenti le arti pittoriche, la musica, la lingua, la cultura, le scienze mediche e le filosofie native del Tibet, dell’ Himalaya e dello Zhang Zhung, presenti nella tradizione pre-buddhista Yungdrung Bön e parzialmente adottatte dal Buddhismo Tibetano e da tutta la civilità tibetana nei secoli, come promulgato e sostenuto anche da Sua Santità Tenzin Gyatso, il XIV Dalai Lama.
5) Redigere e produrre pubblicazioni, anche periodiche, digitali o cartacee, nonché provvedere alla divulgazione di testi, dispense, materiale audio e video, e di qualsiasi altra natura con contenuti attinenti alla tradizione Yungdrung Bön, alle sue tematiche e alle sue pratiche, attraverso l’utilizzo di ogni mezzo messo a disposizione dalla tecnologia e dalla società umana, a beneficio e supporto e di interesse individuale e collettivo, messi a disposizione sia dei soci che dei non soci e nel rispetto dei principi statutari ivi presenti.
6) Sviluppare la collaborazione non settaria fra i gruppi delle varie scuole buddhiste, con associazioni ed enti, favorendo il dialogo con le altre comunità religiose, traendo spunto dalla visione del maestro dzogchen Direttore e Fondatore di Ligmincha International, Geshe Tenzin Wangyal Rinpoche e di Sua Santità Tenzin Gyatso, il XIV Dalai Lama.
7) Fornire sostegno economico e organizzativo ad enti religiosi o laici, e/o associazioni che perseguono analogo scopo statutario anche all’estero.
8) Operare come un centro o gruppo all’interno del Ligmincha Mandala e come parte delle associazioni, centri ed organizzazioni di Ligmincha International nel mondo, per offrire, promuovere e supportare gli insegnamenti di Ligmincha Int.l e dello Yungdrung Bön ; stabilire, mantenere ed operare come centro o gruppo di Ligmincha International per la pratica spirituale, la meditazione, l’istruzione, e le attività comunitarie e culturali in accordo ai principi ed insegnamenti delle tradizioni presenti in Ligmincha e nello Yungdrung Bön, come viene effettuato e praticato all’interno del Ligmincha Mandala e specificatamente all’interno di Ligmincha Int.l, un’ associazione senza scopo di lucro 501(c)3 con sede in Virginia (USA), con cui il centro è associato; promuovere ed incoraggiare la cooperazione e comunicazione tra il centro e gli altri centri ed organizzazioni presenti nel Ligimincha Mandala ; quindi aderire ai medesimi scopi del Ligmincha Mandala e di Ligmincha Int.l come descritto nello statuto di Ligmincha Int.l.
9) Condurre anche attività con scopi di beneficienza ;
10) Realizzare ogni altra forma di attività non citata nei punti dal 1 al 9, che possa favorire il raggiungimento degli scopi statutari ivi presenti.

L’A.P.S. Ligmincha Italia potrà esercitare attività diverse e promuovere iniziative di raccolta fondi nei limiti ed in applicazione di quanto disposto dagli artt. 6 e 7 del D.lgs n 117/2017. L’Associazione, per il perseguimento dei propri fini istituzionali, si avvale prevalentemente delle attività personali, volontarie e gratuite degli associati. In caso di particolari necessità, essa potrà stipulare rapporti di lavoro subordinato, parasubordinato, autonomo o professionale, anche ricorrendo ai propri associati. [..] L’A.P.S. Ligmincha Italia, opera su tutto il territorio nazionale italiano ed internazionale, avvalendosi talvolta anche di collaborazioni con altre affiliate del Ligmincha Mandala in Europa e nel mondo, e/o altre associazioni o fondazioni senza scopo di lucro aventi simili finalità di promozione sociale presenti in questo statuto, anche se aderenti ad altre realtà all’infuori del Ligmincha Mandala